24/09/19: Tavolo tecnico per la mobilità.

Finalmente un confronto con l’Amministrazione sul problema della mobilità interna; un problema sollevato dalla nostra Federazione, in ogni occasione e ripetutamente nel tempo, che ha richiesto la revisione dell’ accordo sulla mobilità del personale giudiziario, risalente al 27 marzo 2007 e (in teoria) pienamente vigente.
L’Accordo del 2007, infatti, non è stato mai applicato nella parte concernente gli interpelli ordinari annuali e gli interpelli straordinari prima delle nuove assunzioni (“previo assestamento del personale”), magari con l’appoggio di un codicillo inserito ad hoc in qualche legge per “snellire” le procedure di assunzione, a danno del personale interno.
Senza pensare ai numerosissimi contenziosi scaturenti dal rigetto delle istanze di trasferimento dei dipendenti anche in deroga a precise norme di legge (Legge 104/92 e CCNQ 4 dicembre 2017).

Orbene, alla soddisfazione di un incontro in merito all’avvio di un tavolo tecnico si contrapponeva la preoccupazione dovuta alla scelta dell’aggettivo “eventuale” che precede “revisione dell’Accordo del 27 marzo 20017″ .

Durante l’ incontro il DG Leopizzi, in tutti i suoi interventi, ha sottolineato che è assoluto interesse dell’ Amministrazione risolvere, con un nuovo accordo o totale revisione di quello fin ora in vigore, la annosa problematica della mobilità dei dipendenti.

Pensiero condiviso anche da noi e dimostrato nelle numerose richieste depositate nel corso degli anni.

L’esperienza recente dell’interpello dei 198 assistenti giudiziari, ha evidenziato come la possibilità di esprimere tante preferenze di sedi e (soprattutto) le tante “revoche in extremis” hanno rallentato oltre misura la procedura  di selezione che, per i pochi posti messi ad interpello, si sarebbe dovuta/potuta risolvere in brevissimo tempo, ed invece sono rimasti posti vacanti senza la possibilità di ulteriore scorrimento della graduatoria.

La Confintesa, da sempre vicina e sensibile al tema mobilità, nell‘ incontro di oggi ha già prontamente proposto una nuova modalità di procedura di interpello (potete leggerla tra gli allegati, prot.42/2019), destando non poca attenzione sia dei rappresentanti dell’Amministrazione che delle altre sigle sindacali; segnale positivo che un nuovo solco è stato tracciato.

I prossimi incontri dovranno essere ancora calendarizzati, la disponibilità della Dirigenza e la volontà comune di tutte le OO.SS. presenti al tavolo, lasciano ben sperare. Noi ci auguriamo che il sistema diventi dinamico e che, finalmente, gli interpelli annuali diventino realtà e non solo un sogno scritto su un accordo. 

Alleghiamo la convocazione, le note pervenute dall’ Amministrazione e le nostre ripetute proposte.

Prot 42_2019- incontro del 24 settembre 2019 sulla mobilità

CONVOCAZIONE 24 SETTEMBRE 2019

Prot. m_dg.DOG.23-09-2019.0170833.U – Mobilità interna personale giudiziario – richieste di integrazione dell’ordine del giorno

Prot. m_dg.DOG.24-09-2019.0170908.U – INCONTRO DEL 24 SETTEMBRE 2019 SULLA MOBILITA’

Prot 65_2017 interpelli richiesta modifica accordo 2007

All 1 prot 65 – 2017 proposta di modifica accordo mobilita’ 2007

Prot 75-2017 – Riscontro nostra nota Prot 65_2017 -interpello straordinario

Prot 61-2018 interpelli

Flash 29 – MOBILITA’ DINAMICA!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *