BREVE RESOCONTO DI FINE LEGISLATURA

Il Direttore Generale del Personale e della Formazione, Dott.ssa Barbara Fabbrini, il 1 febbraio presiedendo la riunione con le OO.SS. ha fornito alcune, importanti, informazioni.
1) DM SULLE PROCEDURE PER LE NUOVE ASSUNZIONI, MINISTRI ORLANDO E MADIA: modificate le modalità di assunzione di ulteriori 120 assistenti amministrativi (inizialmente previsti tramite scorrimento di altre graduatorie in corso di validità) con la graduatoria del concorso di assistente giudiziario, obbligo derivante dalla legge (art.4 co.3 Decreto 101/2013) e, aggiungiamo noi, anche dal buon senso essendo stato svolto il noto concorso specifico per assistenti giudiziari.
2) FUNZIONARI GIUDIZIARI:
 Prevista l’assunzione di ulteriori 100 unità dall’esterno che si aggiungono alle 200 unità già disposte. Il ritardo nell’assunzione delle 200 unità di funzionari giudiziari è dovuta alla difficoltà a reperire idonei (in graduatorie di altre Amministrazioni) in possesso di titoli di studio attinenti al profilo. Si ritiene plausibile riuscire a procedere all’assunzione entro il 20 febbraio.
 A seguire si procederà allo scorrimento di 300 posizioni della graduatoria del 21 quater. Lo scorrimento avverrà anche per i posti della graduatoria lasciati liberi dai rinunciatari e da personale in pensione (circa una decina).
3) PIANTE ORGANICHE: previsto, subito, l’ampliamento solo della II Area, profilo di assistente, attingendo come risorsa economica ai risparmi di spesa del personale in pianta organica ai gdp soppressi. Le assegnazioni saranno fatte agli uffici più sofferenti e a quelli a cui è stato assegnato recentemente personale di magistratura. Dovrebbero essere previsti anche posti negli uffici giudiziari del meridione, dovrebbero essere garantiti alcune centinaia di posti agli interni già in distacco L.104 e art. 42 bis e art.20 CCNQ.
4) INTERPELLI: reputati (dall’Amministrazione) non necessari ed urgenti in quanto la legge riconosce la priorità alle assunzioni e quindi rimandati … a data da destinarsi!
5) SCAMBI: in presenza del vincolo quinquennale vengono negati.
6) AUSILIARI: pare confermato l’impegno di per il passaggio di 270 (+ altri 300), tempistica certa ignota.
Nei giorni successivi la riunione si riceve una comunicazione, a firma del Capo di Gabinetto e datata 3 febbraio nella quale si evidenzia che “parte considerevole delle azioni che formano oggetto di tale accordo sono state già realizzate secondo i tempi nello stesso previsti, reperendo risorse fino a poco tempo orsono impensabili, e che gli ulteriori adempimenti, allo stato ancora non realizzati, prevedono tempi di esecuzione tuttora non maturati, nonché la necessità di acquisire ulteriori risorse o provvedere ad ulteriori interventi di carattere normativo”.

Strano però … perché l’Accordo del 26 aprile 2017 prevedeva delle attività con una tempistica diversa che vogliamo ricordare a noi stessi, ai lavoratori e alla stessa Amministrazione.

Basta questo per verificare che i tempi non sono stati rispettati e che non tutte le attività previste sono tutt’ora state realizzate.
E che dire dell’art.2 dell’accordo sulla mobilità del 27/03/2007 che prevede “Il Ministero, previa informativa data alle OO.SS. almeno tre giorni prima, pubblica, con cadenza annuale entro e non oltre il mese di aprile, il bando nel quale sono indicati i posti vacanti da coprire mediante trasferimento del personale in servizio e sono fissati il termine e le modalità di presentazione delle domande degli aspiranti. Qualora il termine non potesse essere rispettato l’Amministrazione e le OO.SS. si incontreranno entro il successivo mese di maggio per l’analisi delle problematiche, che l’hanno determinato” e che questo Governo non ha mai rispettato nonostante le ripetute sollecitazioni della nostra Federazione?

Siamo in piena campagna elettorale ma preferiamo la verità, sempre.

Continueremo il nostro lavoro, con le stesse modalità di sempre, con trasparenza, passione ed il rispetto di tutti indipendentemente dal Partito al Governo perché i lavoratori meritano una tutela imparziale ed incondizionata.

Segretario Generale
(Claudia Ratti)

Flash 9 RESOCONTO

comunicazione Capo Gabinetto 3 febbraio 2018

Accordo-26-aprile-2017

Nota-a-verbale

Claudia Ratti
Coordinatore Nazionale Ministero della Giustizia

I commenti sono disabilitati.