Warning: preg_match(): Compilation failed: nothing to repeat at offset 1 in /web/htdocs/giustizia.confintesafp.it/home/wordpress/wp-includes/class-wp.php on line 222

Warning: preg_match(): Compilation failed: nothing to repeat at offset 1 in /web/htdocs/giustizia.confintesafp.it/home/wordpress/wp-includes/class-wp.php on line 223
È tempo di ….SUSSIDI – Coordinamento Giustizia – Confintesa Funzione Pubblica

È tempo di ….SUSSIDI

Ricordiamo ai colleghi che dal 1 gennaio al 31 marzo 2019 si può presentare la richiesta di Sussidio per le spese mediche e/o funerarie sostenute nell’anno 2018. La domanda, redatta su apposito modulo che alleghiamo, dovrà essere trasmessa tramite il proprio ufficio al Ministero.

I sussidi sono erogati sia per le spese funerarie che per le spese mediche ma le richieste verranno trattate separatamente. In entrambi i casi la spesa sostenuta non deve essere inferiore a 2.000 euro in quanto le spese funerarie e quelle mediche non sono cumulabili.

Per le spese funerarie del coniuge o figli a carico e per il dipendente è previsto un rimborso del 20% della spesa sostenuta fino ad un massimo di 700 euro mentre per i genitori il rimborso è del 10% fino ad un massimo di 250 euro. Il sussidio sarà concesso anche al coniuge superstite o ai figli del dipendente deceduto.

Per le spese mediche la percentuale di rimborso è del 20% e sono comprese  anche le spese sostenute per coniuge e figli fiscalmente a carico. Sono ammesse al sussidio le spese mediche relative a: interventi chirurgici, visite specialistiche ed esami diagnostici, prestazioni odontoiatriche per figli minorenni, prestazioni psicologiche, psicoterapeutiche e fisioterapiche; apparecchiature mediche acquistate dietro prescrizione medica, prestazioni sanitarie in genere effettuate con prescrizione medica Sono esclusi invece gli scontrini farmaceutici, la chirurgia estetica e le spese rimborsate per il 50% dal S.S.N. o rimborsate da altre assicurazioni o enti.

Il rimborso sarà fino ad un massimo di 2.000 Euro per i dipendenti in servizio e di 1.000 euro per i pensionati. E’ necessario allegare alla domanda la certificazione ISEE. L’indice ISEE non dovrà essere superiore a 25.000 Euro.

Pubblichiamo:

I commenti sono disabilitati.