VOGLIAMO I FATTI, ORA

FLASH RESOCONTO RIUNIONE 26 NOVEMBRE 2019

26 novembre ’19: Corposo l’elenco del programma delle attività da fare, molto meno l’elenco delle cose fatte.

Banalmente verrebbe da pensare che i Sindacati ed i Lavoratori si lamentano “per ruolo”, forse nell’ immaginario collettivo è così ma noi non ci stiamo.

Sì, perché all’inizio per realizzare i programmi occorre esperienza, poi tempo, poi risorse, poi … non ci sono più scuse. Quello a cui noi assistiamo, ormai da anni, è un lungo elenco di buoni propositi a cui corrispondono pochi fatti. I fatti li vediamo in molte altre Amministrazioni, molto più virtuose e fattive.

I fatti li vediamo dalle altre Amministrazioni che trasmettono alle OO.SS. anche le osservazioni sugli accordi degli organi di controllo, nel Ministero della Giustizia tutto è coperto da “mistero” … sono atti endoprocedimentali, ci dicono. Già … perché quando si firma l’ipotesi di accordo è gradita la firma di tutti, quando bisogna rispondere e replicare alle osservazioni, gli atti sono coperti da segreto.

Ci viene detto che sono state appena pubblicate le graduatorie per il secondo “ciclo” di riqualificazioni che porterebbero vantaggi a ben il 50 % del personale, certo ma … in quanti anni? A che costo per tutti i lavoratori?

Ci viene anche detto che si sta procedendo celermente all’assunzioni dall’esterno … benissimo, ma … al personale interno è stato prima data la possibilità di far vedere quanto vale? È stata data loro la possibilità di scelta della sede?

Siamo monotoni, lo sappiamo. Sono anni che noi ripetiamo le stesse cose e, purtroppo, l’Amministrazione gli stessi errori.

Vogliamo ribadire che NOI nel 2010 abbiamo sottoscritto un accordo FUA per dare la possibilità agli ausiliari di passare nella II area ed invece oggi si sono avviate le procedure (tramite centri dell’impiego) per l’assunzione (ops … stabilizzazione) degli operatori giudiziari.

NOI, nel 2007, abbiamo sottoscritto un accordo per la mobilità dove si prevedeva un interpello all’anno per tutte le qualifiche e, comunque, il “preventivo assestamento del personale” prima delle assunzioni dall’esterno. Nessuno ha mai visto l’interpello annuale!

Pare che nel 2021 riusciranno a far scorrere tutta la graduatoria del 21 quater, pur tra le “resistenze” dei Capi degli Uffici che non avrebbero nessuno da mandare in udienza. Ogni commento è superfluo.

Pare che entro il 2020 assumeranno i nuovi funzionari giudiziari.

Pare che procederanno, a breve, all’assunzione di ulteriori 300 assistenti giudiziari. Pare …

Quello che a noi pare è che ci sono una serie di impegni che l’Amministrazione che, nonostante il tempo, l’esperienza e gli impegni assunti, non sono stati rispettati.

Non vogliamo altri “accordi programmatici” vogliamo che si dia piena attuazione a quanto abbiamo già concordato, anni fa. Partiamo da quello e poi si va avanti, di parole ne abbiamo sentite ed accettate tante, ora vogliamo i fatti.

Vogliamo il passaggio degli ausiliari dalla I alla II area, che sia data la possibilità (a domanda) agli operatori di fare il passaggio ad assistente giudiziario ed agli assistenti giudiziari di fare il passaggio (sempre a domanda) a cancelliere e vogliamo il pieno rispetto degli accordi firmati … troppo?

Vogliamo la piena attuazione della normativa vigente, non a caso abbiamo ricordato il mancato seguito al Regolamento per gli incentivi, dimenticato su qualche scrivania ministeriale, ma i casi, purtroppo, sono tanti.

Accettiamo, quindi, l’invito del Capo di Gabinetto di sottoporre alla loro attenzione tutte le richieste, inevase, nel corso degli anni.

A breve ulteriori aggiornamenti.

Segretario Generale

(Claudia Ratti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *