DAP – Il Piano Vaccinale non si fermi!



Facendo seguito alla direttiva della struttura commissariale per l’emergenza Covid-19, inviata il 19 aprile 2021, diretta a tutte le regioni, d’intesa con il ministero della Salute si è deciso che le somministrazione dei vaccini presso l’amministrazione penitenziaria procederanno parallelamente a quelle delle categorie prioritarie e interesseranno “il personale della polizia penitenziaria e i detenuti negli istituti penitenziari non ancora sottoposti alla prima somministrazione tenendo in considerazione anche il personale amministrativo che opera in presenza”.
Si invitano le SVI ad intervenire in tempi celeri al fine di procedere con rapidità nel senso suindicato per prevenire e contenere il rischio di contagio, affinché tutto il personale del Comparto Funzioni Centrali sia inserito nelle liste di vaccinazioni presso le strutture penitenziarie. Una scelta necessaria per mettere in sicurezza il comparto, in luoghi per definizione chiusi quali sono, certamente, le case detentive.
Confintesa FP auspica che il vaccino possa dare sollievo a tutti gli operatori della giustizia penitenziaria, rappresentando una fondamentale protezione sanitaria da un virus così insidioso.
A oggi i numeri sul contagio sono ancora molto alti: 629 i casi tra i detenuti, 464 agenti di Polizia Penitenziaria e 44 addetti alle funzioni centrali, mentre sono stati coinvolti nel piano vaccinale circa 13000 detenuti, circa 17000 agenti di Polizia Penitenziaria e circa 1900 addetti alle funzioni centrali.
Si allega la nota della struttura di Supporto Commissariale per l’emergenza da Covid-19 e si confida in un tempestivo riscontro.

Il Referente Nazionale Confintesa FP DAP

Dr. Gabriele Capozzi

Prot. 46 – 2021 Nota ai Provveditorati dell’amministrazione Penitenziaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *