È impossibile … se pensi che lo sia” Firmata ipotesi FRD (FUA) 2020 & 2021

Anche i lavoratori del Ministero della Giustizia meritano il pagamento dei compensi accessori (indennità e FUA) senza dover attendere anni.

C’è voluto tanto tempo, abbiamo… scritto fiumi di lettere, chiesto in ogni possibile occasione, promosso un contenzioso al Tribunale di Roma (tutt’ora pendente e che saremo contenti di chiudere con la “cessazione della materia del contendere”) ma oggi possiamo dire: “ce l’abbiamo fatta” perché abbiamo sottoscritto (con la totalità di tutte le sigle) l’accordo FRD (FUA) 2020 e 2021, con numerosi elementi di novità, questi i principali:

  1. Uno stanziamento per le progressioni economiche che sarà sufficiente a riconoscere “lo scatto” a tutti coloro che, in servizio da anni, non hanno mai beneficiato di alcuna progressione.
  2. Uno stanziamento per un’”indennità COVID” da corrispondere al personale che ha lavorato (in presenza e da remoto) durate il triste periodo della pandemia.
  3. Uno stanziamento “una tantum” per il personale 5 sedi disagiate da individuare secondo criteri che saranno successivamente definiti.

La nostra delegazione ha dichiarato fin da subito la disponibilità alla firma ma ha chiesto:

  • di concentrare tutte le risorse sulle progressioni economiche che devono essere avviate prima della firma del prossimo CCNL;
  • di avviare subito la discussione anche per i Fondi 2022, sarebbe un vero miracolo se accadesse.
  • di rimandare a brevissimo la discussione sulle posizioni organizzative nel DOG ritenendo che immediatamente dopo la firma del CCNL bisogna avviare tutta la procedura per la discussione del Contratto Integrativo e per rendere subito operativa l’area delle Alte Professionalità, un nostro sogno dai primi anni 2000! A questo proposito prendiamo atto che all’interno del Ministero della Giustizia ci sono gli Archivi Notarili, quasi delle “isole felici”, che prevedono ben 111 posizioni organizzative su 141 unità (al lordo delle scoperture), il Direttore Generale -Renato Romano- ha ripetuto in più di un’occasione che non si tratta di “graziose concessioni” ma di un giusto riconoscimento per chi ha delle responsabilità.

Vogliamo anche ricordare che nella pre-intesa sottoscritta all’ARAN Confintesa FP è stata l’unica O.S. a ripetere che le nuove denominazioni delle aree causeranno moltissimi problemi nel Ministero della Giustizia nel quale gli “Operatori” sono attualmente inquadrati nella II area, i Cancellieri saranno inquadrati nell’area “Assistenti” ed i “Direttori” nell’area funzionari, tutti  potrebbero percepire un “demansionamento” che, forse, potrebbe essere sanato solo nel prossimo Contratto Integrativo. Ulteriori problemi saranno provocati dalla disposizione prevista dall’art.13 co. 2 “all’interno  dell’Area  si  ha  equivalenza  e  fungibilità  delle mansioni ed esigibilità d’organizzazione del lavoro” laddove attualmente nell’ambito della stessa area ci sono funzioni diverse e gerarchicamente sovraordinate.

Tutta la discussione si sposta, dunque, nel contratto integrativo e sappiamo che ci vorrà ancora del tempo ma voglio ringraziare coloro che, come me, credono nei sogni e nella giustizia, al di là delle beghe sindacali, delle chiacchiere, delle raccomandazioni e delle falsità.

Ricordo che le iscrizioni trasmesse entro la prossima settimana (30 dicembre) valgono ai fini della rilevazione della rappresentatività quindi, se vuoi aiutarci a cambiare, concedici la tua fiducia perché il nostro gruppo vive delle sue idee e di ideali.

Buone feste!                                

Segretario Generale
(Claudia Ratti)

FLASH 29 FUA 2020 E 2021

Delega ConfintesaFP_21_editabile

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *